La diarrea nel bambino

Quanto dura la diarrea in un bambino? Cosa fare? Che farmaci dare?

Scritto da Dott. Andrea Lo Vecchio il

La diarrea è un sintomo molto comune nei bambini e può essere la spia di diverse malattie.

Senza dubbio la causa più comune di diarrea nel bambino è la gastroenterite. (leggi anche: Gastroenterite nei bambini: come affrontarla?)

Tuttavia molte altre malattie comuni come le allergie alimentari, infezioni delle vie urinarie, la celiachia, le intossicazioni da alimenti, e tante altre, possono presentarsi con diarrea. Nel periodo invernale anche l’influenza ed altre infezioni respiratorie (soprattutto virali) possono accompagnarsi a diarrea. In casi più rari la diarrea può essere la spia di malattie anche gravi come l’appendicite.

Di solito si parla di diarrea quando un bambino presenta 3 o più scariche di feci liquide o molli nell’arco della giornata. Tuttavia va precisato che i neonati e lattanti fino a 6 mesi fanno cacca molto più di 3 volte al giorno (anche fino a 7-8), soprattutto se allattati al seno; in questo caso presentare tante evacuazioni durante la giornata è normale e non parliamo di diarrea se non vediamo la cacca liquida, ma normalmente  morbida e di colore giallastro, o se vediamo che è cambiata rispetto ai giorni precedenti.

La diarrea se dura meno di 7 giorni (diarrea acuta) non deve destare particolari preoccupazioni ed è dovuta nella maggior parte dei casi ad una infezione intestinale, in questo caso è spesso accompagnata da febbre, e vomito (gastroenerite). Se però la diarrea dura più di 7 giorni (diarrea protratta) è opportuno far visitare il bambino dal pediatra per escludere altre malattie più gravi.

Cosa posso fare se mio figlio ha la diarrea?

In caso di diarrea la cosa più importante da fare è dare al bambino tutti i liquidi ed i sali minerali che sta perdendo con la cacca per evitare che si disidrati (vedi come mi accorgo che mio figlio è disidratato?).

Purtroppo la semplice acqua non basta per “re-idratare” un bambino con diarrea, ma esistono tanti prodotti chiamati soluzioni reidratanti orali (come Dicodral®, Idravita®, Prereid® e molti altri) che tutte le famiglie dovrebbero avere sempre a casa ed iniziare a dare ai propri figli non appena inizia la diarrea.

Quali farmaci utilizzare in un bambino con la diarrea?

Esistono tanti farmaci che vengono proposti per “curare” la diarrea. Nessuno di questi sostituisce mai la re-idratazione con soluzioni appropriate. Inoltre, nonostante tanti prodotti siano pubblicizzati e consigliati dalle persone che ci circondano (incluso medici e farmacisti), solo pochi prodotti sono effettivamente efficaci e sperimentati nel bambino.

Alcuni farmaci che spesso si usano per bloccare la diarrea nell’adulto, come la Loperamide (Imodium®), non vanno somministrati nei bambini perché possano avere gravi effetti collaterali.

La Società Europea di Gastroenterologia Pediatrica riconosce solo pochi prodotti utilizzabili per ridurre la diarrea nel bambino, questi sono alcuni probiotici, alcuni antisecretivi ed un resina.

Probiotici: Questi prodotti, spesso chiamati anche “fermenti lattici”, sono i più efficaci nel ridurre la durata e la gravità della diarrea del bambino. Tuttavia tra le decine di prodotti che troviamo sul mercato, sono raccomandati solo quelli contenenti il Lactobacillus rhamnosus GG (Dicoflor®, Kaleidon®) o Saccharomyces boulardii (Codex®); per tutti gli altri non è dimostrata alcuna efficacia o non sono mai stati testati sui bambini.

Antisecretivi: I farmaci antisecretivi hanno l’obiettivo di bloccare la produzione di feci liquide o acquose, riducendo quindi la perdita di liquidi e la durata della diarrea. Un solo prodotto, se dato entro i primi giorni di diarrea, è efficace secondo la Società Europea di Gastroenterologia Pediatrica, ed è il Racecadotril (Tiorfix®).

Resine: Le resine ed i carboni hanno lo scopo di “assorbire i liquidi” nell’intestino e ridurre quindi la diarrea. Prodotti come la Smectite (Diosmectal®) sono efficaci e consigliati per trattare la diarrea nel bambino.

In ogni caso, può essere utile per le famiglie avere in casa, oltre alle soluzioni reidratanti, anche alcuni “fermenti lattici” da dare appena inizia la diarrea; gli altri prodotti invece sono veri e propri farmaci per cui vanno prescritti dal medico. Ribadiamo che nessuno di questi prodotti sostituisce le soluzioni reidratanti, ne va favorito a queste ultime se il bambino ha difficoltà ad assumerle.

Condividi l'articolo

Seguici su Facebook

Tutti i contenuti degli articoli pubblicati in questo sito e le risposte dei medici alle domande degli utenti non vanno intesi come sostitutivi rispetto al parere del proprio medico curante, ma solo come note a carattere informativo non rappresentando essi in nessun caso un atto medico. Si ricorda a tal proposito che ogni atto medico presuppone un’accurata conoscenza della storia clinica e l'esame obiettivo del singolo paziente.