Bimbo che Batte la Testa: quando è a rischio di Emorragia Interna?

Bimbo che Batte la Testa: quando è a rischio di Emorragia Interna?

Cosa fare se un bambino subisce un trauma cranico? Quando è utile una TAC cranio?

Quando un bimbo batte la testa, magari cadendo dal fasciatoio, dal letto o ruzzolando mentre corre spedito, possono accadere due cose, la prima più frequente e l’altra per fortuna più rara:

1. Ematoma esterno (sottocutaneo): parliamo del famoso e spesso innocente “bernoccolo” che si il più delle volte si risolve da solo senza danni dopo alcuni giorni (magari trattando la zona colpita con unguenti antinfiammatori/antiedemigeni come ad esempio Reparil gel).

2. Ematoma interno (endocranico): il formarsi di una raccolta di sangue all’interno della scatola cranica è l’evento più temuto; nei più piccini (fino a 18 mesi!) la presenza delle fontanelle craniche aperte (zone del cranio non ancora completamente ossificate!) conferisce maggiore elasticità ammortizzando meglio il colpo e riducendo cosi il rischio di emorragia interna. Ma talora l’intensità del colpo può essere tale da provocare comunque un danno grave!

Viene spontaneo porsi le seguenti domande:

  • Quando sospettare un’emorragia interna?
  • Quando praticare una TAC cranio?
  • Quando invece restare a casa in vigile osservazione?

Trauma ad ALTO rischio di emorragia interna

Ecco elencati alcuni dei principali segni e sintomi d’allarme suggestivi di raccolta ematica endocranica. Se il vostro bimbo ha battuto la testa e siete confusi sul da farsi, ponetevi le domande di seguito elencate… vi aiuteranno ad orientarvi e stabilire la necessità di pronta visita medica!

1) Alterazioni dello stato di coscienza e/o comportamento insolito

  • Ha pianto subito dopo aver ricevuto il colpo in testa? Oppure è rimasto per qualche secondo/minuto privo di sensi? In quest ultimo caso si tratta di un trauma cranico commotivo che va osservato con maggiore attenzione!
  • Come si presenta a distanza di due ore dal colpo in testa? Se è presente almeno una di queste condizioni bisogna stare molto attenti:
    • appare stranamente sonnolento e non apre gli occhi spontaneamente ma solo dopo che lo si chiama
    • non obbedisce a comandi semplici (es: metti le mani in  testa, mostrami i denti)
    • appare confuso, disorientato, dice cose senza senso
    • appare insolitamente irritabile: poco allegro, piange per nulla, sorride poco, ha un comportamento “diverso dal solito”… specie con bimbi più piccini (sotto i 36 mesi) l’irritabilità può essere talora l’unico segno rilevabile

2) Vomito insorto a distanza dal colpo

Il vomito che segue immediatamente il trauma di solito è semplicemente legato allo spavento. Se però il bambino presenta nausea e vomito a distanza di 1-2 ore dal trauma allora bisogna elevare il grado di allerta.

3) Cefalea ingravescente e non responsiva ad antidolorifici

La presenza di mal di testa ingravescente e che non migliora con comuni antidolorifici (es: Tachipririna, Nurofen…) è un altro segnale d’allarme

4) Segni di frattura cranica

Depressioni o anomali rilievi nel contorno della scatola cranica

Segni di frattura della base cranica:

  • Sangue dal naso o dall’orecchio dopo il trauma
  •  Ecchimosi intorno agli occhi (questo segno viene detto anche “raccoon eyes” o “occhi da procione”)
  • Ecchimosi a livello della mastoide (dietro l’orecchio; questo segno viene detto anche segno di Battle)
Quando ha senso fare la TAC Cranio?

 

La Tac Cranio è un esame di rapida esecuzione ma è opportuno effettuarlo solo se, sulla base dei sintomi sopra elencati, c’è un concreto sospetto di emorragia interna. Praticare infatti una TAC cranio prima della comparsa di tali sintomi potrebbe essere controproducente in quanto talora l’ematoma interno si forma in maniera lenta (a volte anche dopo 1 giorno!). Anticiparne quindi l’esecuzione “per motivi d’ansia” potrebbe non mostrar ancora nulla, liddove un’emorragia interna stia per formarsi e magari diverrebbe sintomatica e radiologicamente evidente dopo 8-12-24 ore. Quindi piuttosto che trovarsi a dover fare magari due volte la Tac Cranio (perchè la prima è stata fatta troppo presto!), meglio farne una sola al momento giusto e cioè laddove indicato sulla base dei sintomi.

Il bambino che ha battuto la testa, può addormentarsi?

Assolutamente SI. E’ falsa credenza che “bisogni tener sveglio” un bimbo che abbia battuto la testa. Costringendolo a non dormire andremmo infatti a turbare i suoi “orari” e non faremmo altro che generare un bimbo sempre più stanco e sonnolento trovandoci di li a qualche ora di fronte ad un “quasi zombie assonnato” dall’insoltio comportamento (dovuto all’insolita privazione di sonno cui lo stiamo forzando piuttosto che al trauma!) che di sicuro ci spaventerà e ci indurrà ad andare in pronto soccorso.

In ogni caso, allorchè il bambino si addormenti, è buona pratica svegliarlo ogni 2 o 3 ore. Soprattutto nei casi ove sussistano dubbi (es: bimbo che non abbia avuto una vera e propria perdita di sensi ma sia comunque risultato “stordito” dal colpo), ove l’impatto sia stato importante e soprattutto nei casi in cui il truma sia avvenuto di sera quando il bimbo è “normalmente sonnolento” e può essere quindi più arduo rilevare alterazioni del comportamento descritte sopra al punto 1.

Metterlo a dormire sul lato e svegliarlo dolcemente ogni 2-3 ore per verificare che sia sempre in stato di sonno e non sia piuttosto passato dal sonno allo stato di incoscienza (non risvegliabile!) migliora sicuramente l’accuratezza dell’osservazione domiciliare! Il motivo della posizione laterale sta nel fatto che, se malauguratamente il bimbo dovesse passare dal sonno allo stato di incoscienza, si evita che la sua lingua possa, rilasciandosi, ostruirgli le vie respiratorie.

Trauma a BASSO rischio di emorragia interna

In assenza dei segni e sintomi sopra elencati il trauma cranico può essere considerato a basso rischio di ematoma endocranico ed essere sottoposto a serena osservazione domiciliare per 24-48 ore. Durante questo periodo di osservazione bisognerà valutare l’eventuale comparsa dei segnali d’allarme sopra descritti che indurranno a rivolgersi al pronto soccorso.

Restate comunque sereni: la maggior parte dei banali “colpetti alla testa” che quotidianamente i bimbi prendono tra corsette e cadute, sono a basso rischio di emorragia interna e quindi non evolveranno in nulla di quanto sopra descritto!

Juan Antonio Garcia-Rodriguez – Office management of mild head injury in children and adolescents

Scritto da: dott. Raffaele Troiano

1 Stellina2 Stelline3 Stelline4 Stelline5 Stelline (Ancora nessuna valutazione)
Loading...

Questo articolo ha 24 commenti.

  1. mio figlio di 14 mesi appena compiuti è caduto dal divano è rimasto fermissimo a bocca spalancata non riuscendo a piangere come se non stesse riuscendo a respirare in quel momento poi dopo un po è riuscito a piangere e una volta in braccio e poi lasciato con un gioco usava solo una parte del gioco mah l’ha usato appena poi subitissimo si è appoggiato su di me e si è addormentato subito senza cercare la sua posizione….ah dopo la caduta ha sudato tantissimo e fatto pipi perché ho sentito il calore dal pannolino….spero niente di grave😢

    1. Salve signora, la reazione da lei descritta sembra un’apnea transitoria reattiva allo stress e alla paura del momento. E’ abbastanza frequente. Non ha le caratteristiche della commozione cerebrale in quanto il piccolo non sembra aver perso coscienza. L’osservazione nelle ore successive come descritto nell’aritcolo è comunque sempre opportuna riferendosi al pronto soccorso territoriale per ogni dubbio

  2. Mio figlio è caduto dalle scale ha fatto un po’ di gradini ha subito pianto fortissimo poi siamo riusciti a calmarlo e non ho notato niente di che anche perché è tornato subito come era prima vispo e allegro è meglio portarlo a fare vedere o no

    1. Salve, nell’articolo sono spiegati i casi in cui elevare il livello di allarme che non sembrano coincidere col decorso che ha avuto suo figlio finora. Ovviamente in caso di qualsiasi dubbio sempre meglio far visitare il bambino piuttosto che affidarsi al consiglio di un medico online che non lo vede ;). Quindi si, se avete qualsiasi dubbio, consultate il pronto soccorso.

  3. Salve, mio figlio 6 mesi ha sbattuto la testa con forza sul mio dente! Ha subito pianto in modo inconsolabile l’ho attaccato al seno e si è addormentato! Adesso ho notato che ha un bozzolino violaceo come se fosse un cumolino di sangue.. mi devo preoccupare?

    1. L’ematoma esterno è frequente e la pronta risposta con pianto all’impatto è buon segno. Anche l’età (8 mesi) con la fontanella cranica anteriore ancora aperta è un fattore positivo in quanto conferisce maggior elasticità alla scatola cranica e capacità di attutire i colpi. Ciononostante, da medico online non posso che suggerirle di orientarsi con tutti i suggerimenti per l’osservazione domiciliare descritti nell’articolo e raccomandarle di rivolgersi al suo pediatra o al pronto soccorso territoriale per qualsiasi dubbio. Buona serata!

  4. Buongiorno, mia figlia di 15 mesi è caduta dal divano battendo la fronte, ha pianto subito però ora la botta e leggermente gonfia e un poco rossa è normale?cosa posso applicare sulla botta? Grazie in anticipo.
    Buonagornata

    1. Salve, un qualsiasi unguento anti-edemigeno può andar bene. Purtroppo non posso consigliare online nomi in particolare.

  5. Mio figlio di un mese è caduto, con la faccia rivolta verso il basso. Ha cominciato subito a piangere, a guardarlo sembra che non abbia battuta la testa da nessuna parte pero dopo la caduta ha dormito per più di tre ore. Cercando di svegliato ho notato che reagiva poco a fattori esterni. Pero una volta sveglio sembrava tornato tutto normale. Ora a distanza di 4 giorni è più capriccioso e si lamenta spesso. Devo preoccuparmi?

    1. Salve signora, dalla sua descrizione sembra che per fortuna il piccolo non abbia avuto alcun trauma cranico. Il fatto che poi siano trascorsi 4 giorni senza che sia avvenuto alcun evento clinico importante ci rassicura ancor di più. A quest’età i motivi che possono rendere un bambino irrequieto possono essere molteplici (dalla dischezia alle coliche alla necessità di contenimento materno). Sinceramente ho molti dubbi che tale comportamento possa risalire alla caduta di oltre 4 giorni fa a meno che non abbia evidenti ematomi. La invito in ogni caso a discuterne col suo pediatra di fiducia.

  6. Mia figlia di 9 mesi è cadita dal lettone con la fronte ha pianto subito l ho presa in braccio appena si e calmata un po l ho attaccata al seno e mi sono accirta che le era uscito un po di sangue… dopo aver bevuto si e messa a fare i suoi soliti versi poi cercava ancora il seno.. l ho attaccata ancora e si e addormentata.. e la prima volta che le esce del sangue dal naso nn so che fare e caduta altre volte ma mai le e uscito una goccia di sangue..

    1. In caso di epistassi è necessario comprimere la narice sanguinante fino ad ottenere l’arresto del sanguinamento. Evidentemente in quest’occasione ha battuto anche il naso oltre alla fronte. Se ha avuto difficoltà a fermare il sanguinamento o se si è ripetuto successivamente la invito discuterne col suo pediatra che la guarderà col rinoscopio.

  7. Salve sono disperata il mio piccolo ieri sera accidentalmente e caduto dal divano in corsa il cane gli e saltato addosso ilo portato in ps essendo ke lui e stato operato di cranio stenosi a 6 mesi il fatto sta che me l hanno dimesso e continua a lamentarsi per il mal di testa e dopo 10 ore dalla caduta a vomitato cosa devo fare

    1. Sarebbe prudente ricondurlo a visita in pronto soccorso. Probabilmente alla dimissione le avranno suggerito i casi in cui riportarlo in ospedale: un mal di testa forte che persiste nonostante antidolorifici e la comparsa di vomito dopo 10 ore dal trauma sono motivo sufficiente per ritornare in PS.

  8. Salve, mio figlio di un mese ieri verso le 13 è caduto dalla sdraietta in movimento, saranno stati 30/40 cm circa di altezza. L’ho lasciato addormentato e mi ero appisolata pure io svegliata dal rumore l’ho trovato con la testa a terra, aveva sbattuto sulla parte destra alta della fronte sul pavimento ma non si era svegliato. L’ho tirato su, si muoveva, ha aperto gli occhi un po’ a fatica e l’ho attaccato al seno e subito si è addormentato, l’ho svegliato dopo due ore facendo un po’ fatica. Nelle ore seguenti era reattivo, vivace e nulla di diverso dal solito, anzi aveva gli occhi vispi! Questa notte però ha vomitato, prima qualche rigurgito e a distanza di circa 2 ore dal pasto di mezzanotte ha vomitato. Sono molto preoccupata

    1. Il vomito a distanza di ore non è necessariamente associato alla presenza di un’emorragia intracranica me è sicuramente motivo per richiedere una visita in pronto soccorso. Mi auguro che tutto si sia risolto al meglio

  9. Salve, ieri sera mia figlia di 8 mesi è caduta dal divano battendo la testa lateralmente ha pianto subito fortissimo e le si è formato un bernoccolo. Dalla caduta è molto tranquilla (cosa che di solito non è) si è addormentata poco dopo ma sbavava molto. Questa mattina sta molto giù non è attiva come il solito che non si ferma un attimo. E nel sonno si lamenta un po’

    1. Un comportamento insolito dopo trauma cranico non è necessariamente associato alla presenza di un’emorragia intracranica me è sicuramente motivo per richiedere una visita in pronto soccorso. Mi auguro che tutto si sia risolto al meglio.

  10. Mio figlio 7 anni, giocava a scuola in classe e caduto a battito la testa lato destro, non ha pianto, da due giorni che gli vengono dei dolori di testa lato sinistro non costanti, solo oggi ne sono venuta a conoscenza dell’accaduto ,

  11. Mia figlia 18mesi caduta dal cavalluccio a dondolo ha sbattuto la nuca ha subito pianto,ho controllato ma non ce l aveva arrossato.adesso sta dormendo ma perché era abbastanza stanca. Mi devo preoccupare?

  12. Buongiorno Dottore,
    Mia figlia di 23 mesi, in uno slancio di euforia, ha battuto la nuca contro la testata di legno del nostro letto matrimoniale. Dal rumore è sembrato un urto molto forte.
    Dopo un attimo di silenzio dal trauma, ha pianto ma nel giro di qualche istante si è calmata. Le ho messo subito del ghiaccio. Ha ripreso subito a parlare, ridere, giocare come se nulla fosse ma è passata appena mezz’ora dall’incidente e sono molto preoccupata.

  13. Buongiorno. Mia figlia di 11 mesi oggi è caduta dal seggiolone. Nn l’ho vista cadere, ma immagino si sia sporta e quindi sia caduta di testa. L’ho trovata supina e per qlc secondo si è guardata intorno spaesata. Poi ha pianto ma Nn a perdi fiato come mi sarei aspettata. Sembrava più una reazione al mio pianto di spavento…
    Luo portata al pronto soccorso e mi hanno detto che devo solo tenerla sotto osservazione ma Nn sono tranquilla. Dicono che il bernoccolo è buon segno ma, ripeto, Nn sono tranquilla.

    1. Immagino l’apprensione cara Micaela. Dopo 6 ore di osservazione il livello di tranquillità già diventa sensibilmente più elevato ma raggiunge il massimo solo dopo 36-48 ore dal trauma.

  14. Salve il mío Bambino si 2 anni e caduto dal letto io sono andata di corso quando ho sentito il rumore,era via seduto per terra ma ha perso un po di sangue dal naso ….e successo unora fa…adesso dorme ma io ho paura..

Lascia un commento

Chiudi il menu
shares